premio-scuola-digitale

Sono 12 le scuole (sei del primo ciclo e sei del secondo ciclo) che si sono aggiudicate un posto nella finale provinciale del Premio Scuola Digitale 2020 indetto dal Miur. Coordinate dalla scuola polo Istituto Luigi Einaudi di Roma, le 12 finaliste concorreranno con prototipi tecnologici e applicazioni nei settori del making, coding, robotica, gaming, creatività digitale, Stem, sviluppo sostenibile del territorio attraverso tecnologie digitali e internet delle cose.

Un impegno importante che vede gli studenti lavorare già da mesi sui progetti e che il 5 febbraio li porterà a presentarli alla giuria e al pubblico attraverso appositi pitch, supportati da video, della durata massima di 6 minuti per scuola (3 minuti di video + 3 minuti di pitching). Al termine di tutte le presentazioni saranno scelte dalla giuria le prime due scuole classificate per ogni ciclo, che conquisteranno l’accesso alla fase regionale e un premio in denaro.

Le scuole partecipanti sono: per il primo ciclo gli Istituti comprensivi Francesca Morvillo, Viale dei Consoli, Emma Castelnuovo e Via Crivelli di Roma; Bruno Buozzi di Monterotondo e Margherita Hack di Colleferro. Per il secondo ciclo gli istituti Emilio Sereni, Plauto, Pascal ed Einaudi di Roma, il ChrisCappell di Anzio e il Via Roma 298 di Guidonia Montecelio. Cinque i membri della Giuria: Rosa Bottino (CNR), Giuseppina Castagnetta (presidente del XIII Municipio), Nicola Mirotta (Innovation manager), Paola Mirti (Usr) e Federico Petitti (Università “La Sapienza”). Il Premio Scuola Digitale, giunto alla seconda edizione, nasce per favorire l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane e degli studenti nel settore dell’innovazione didattica e digitale.