Liceo coreutico

Liceo coreutico


Il liceo coreutico, introdotto con la Riforma Gelmini nel 2009, è un indirizzo di studi rivolto all’apprendimento tecnico-pratico della danza che si articola in un primo biennio comune e un secondo biennio e quinto anno distinti in sezione danza classica e sezione danza moderna. È un indirizzo impegnativo al quale si può accedere solo previo esame d’ammissione.

Lo studio delle discipline coreutiche prevede, oltre alla conoscenza degli elementi basilari tecnici e del linguaggio della danza, anche una costante attività di laboratorio che rende possibile assumere consapevolezza e creatività attraverso le fasi di apprendimento: conoscenza, sperimentazione, appropriazione e interiorizzazione.

Al termine del primo biennio, in seguito a una selezione, gli studenti potranno accedere alla sezione danza classica o alla sezione danza contemporanea. Nel secondo biennio e nel quinto anno, oltre allo studio della tecnica specifica, è previsto la sperimentazione e l’approfondimento stilistico espresso attraverso la pratica di un laboratorio coreografico.

Cosa significa coreutico?

L’aggettivo deriva dal sostantivo “coreutica”, che letteralmente significa “arte della danza”; il termine deriva a sua volta dal greco antico “choreutike (téchnē)”, cioè “(arte) della danza corale”, sebbene in vari contesti alcuni esperti dicano che il vocabolo vada inteso piuttosto come un adattamento italiano dell’inglese “choreutics”, espressione introdotta da Rudolf Laban (danzatore, coreografo e teorico della danza) nella prima metà del ‘900.

A chi si rivolge?

Alle studentesse e agli studenti che intendono conseguire, assieme a una solida preparazione liceale, l’apprendimento tecnico-pratico dell’arte della danza, maturando per mezzo di specifiche attività funzionali la padronanza dei linguaggi coreutici.

L’esame di ammissione

Per accedere al liceo coreutico occorre possedere sia i prerequisiti relativi a una predisposizione fisica alla danza, sia una preparazione tecnica equivalente al terzo corso accademico, secondo i programmi dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma. Il candidato dovrà pertanto sostenere (normalmente tra fine gennaio e inizio febbraio) una prova di ammissione davanti ad una commissione composta da un membro nominato dall’Accademia di danza di Roma, dal dirigente scolastico e da alcuni docenti del liceo.

Quale titolo di studio rilascia?

Al termine del percorso formativo, l’allievo o l’allieva otterrà il diploma di maturità artistica con indirizzo Coreutico e potrà accedere, previo esame d’ammissione, sia all’Alta Formazione Coreutica (Accademia Nazionale di Danza – Diploma Accademico di I Livello), sia a qualsiasi tipo di facoltà universitaria.

A chi è adatto questo indirizzo?

Per affrontare al meglio questo percorso occorre amare la danza e avere una buona preparazione di base. Bisogna avere un buon autocontrollo, avere intuizione e senso del ritmo. Può essere utile essere creativi, essere portati a collaborare. È necessario essere precisi e scrupolosi.

Quadro orario

Liceo Coreutico

Le scuole superiori possono, attraverso la quota d’autonomia loro riservata, modificare in parte i quadri orari nazionali per rispondere alle esigenze del territorio, elaborando percorsi didattici differenziati. Consigliamo quindi di rimanere costantemente in contatto con “Scuole di Roma” e con la scuola a cui si intende iscrivere il proprio figlio, per raccogliere tutte le informazioni disponibili rispetto a come essa intenda utilizzare la quota d’autonomia.

Alla fine del quinquennio…

Lo studente, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere risultati di apprendimento comuni, dovrà:

  • eseguire ed interpretare opere di epoche, generi e stili diversi, con autonomia nello studio e capacità di autovalutazione.
  • Analizzare il movimento e le forme coreutiche nei loro principi costitutivi e padroneggiare la rispettiva terminologia.
  • Utilizzare a integrazione della tecnica principale, classica ovvero contemporanea una seconda tecnica, contemporanea ovvero classica.
  • Saper interagire in modo costruttivo nell’ambito di esecuzioni collettive.
  • Focalizzare gli elementi costitutivi di linguaggi e stili differenti e saperne approntare un’analisi strutturale.
  • Conoscere il profilo storico della danza anche nelle sue interazioni con la musica, e utilizzare categorie pertinenti nell’analisi delle differenti espressioni in campo coreutico.
  • Individuare le tradizioni e i contesti relativi ad opere, generi, autori, artisti, movimenti, riferiti alla danza, anche in relazione agli sviluppi storici, culturali e sociali.
  • Cogliere i valori estetici in opere coreutiche di vario genere ed epoca.
  • Conoscere ed analizzare opere significative del repertorio coreutico. (Fonte: Miur)

Prima di proseguire con la navigazione ti chiediamo un semplice click su MI PIACE. A te non costa niente, per noi è motivo di grande soddisfazione :)

Da oggi potete contare su Scuole di Roma.

Conoscere con un click tutte le scuole della città e trovare le informazioni che vi servono per scegliere con maggiore serenità. E se avete ancora dei dubbi o bisogno di spiegazioni ad hoc potete scrivere, telefonare o prenotare un colloquio privato.


Contattaci

Iscriviti a Scuole di Roma
E avrai GRATIS un approfondimento su un istituto di tuo interesse. Più video, tutor, notizie: per capire tutto e decidere al meglio. Ma niente spam, la odiamo quanto te!

Iscriviti alla Newsletter

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!