Mercoledì 15 novembre, dalle 10:00 alle 12:30, nella sede “Tavani Arquati” del Liceo “Kennedy” di Roma (Lungotevere Farnesina 11) si terrà il convegno “Dal DADA al DADAumpa” – Comunità Educanti in Movimento.

Quando quattro anni fa il liceo Labriola di Ostia assieme con il liceo Kennedy di Monteverde avviò la sperimentazione DADA (acronimo di Didattiche per Ambienti di Apprendimento), suscitarono grande curiosità e non solo fra gli addetti ai lavori. In una scuola restia ai cambiamenti, l’idea che gli studenti non avessero più una classe di riferimento ma si dovessero spostare da un’aula all’altra ai cambi dell’ora per raggiungere i loro professori nel loro spazio/laboratorio, creò un certo scompiglio. E delle aspettative.

Possiamo dire che non sono state disattese: oggi il metodo DADA è seguito da oltre 50 scuole di ogni ordine e grado in tutta Italia e più di 20 hanno avviato il progetto. È inoltre monitorato dall’Università “La Sapienza” e partecipa alle “Avanguardie Educative” Indire.

Verso il DADAumpa

Se il modello di riferimento è chiaramente di matrice anglosassone, dove è prassi che siano gli allievi a raggiungere i docenti nelle loro classi/laboratorio (e dove gli istituti sono già pensati – architettonicamente parlando – a questi spostamenti), è qui a Roma che si sta compiendo un ulteriore passo avanti. Verso il DADAumpa.

È un gioco di parole, certo, ma significa che al metodo va aggiunta un’atmosfera, un’armonia, una consapevolezza. La scuola intera deve saper ballare il suo Dadaumpa e tutti hanno un ruolo: dal dirigente ai docenti, dagli studenti ai genitori e al personale Ata.

Di tutto questo, delle varie esperienze ed applicazioni, se ne parlerà al convegno di mercoledì 15 novembre mattina alla succursale del Liceo Kennedy. Un’occasione per condividere la “Scuola del futuro”, che contagiosamente si sta diffondendo ed arricchendo di nuovi modelli organizzativi e prospettive didattiche. Oltre alle scuole coinvolte, parteciperanno al dibattito esponenti del Miur, del Comune di Roma, di Indire, dell’Università “La Sapienza” e di ScuolediRoma.it.

dada